Verso il 14 ottobre… in piazza contro la povertà e per i diritti!

Continua l’incessante lavoro della Rete dei Numeri Pari e delle centinaia di realtà sociali che sul territorio nazionale aderiscono ad essa, continua la mobilitazione dal basso delle organizzazioni e gruppi di cittadini impegnati contro la povertà e le mafie, per l’accoglienza, i diritti sociali e la casa che intendono invertire la rotta e rimettere al centro la dignità e la giustizia. Per questo il prossimo 14 ottobre si scende in piazza, in tutt’Italia e #AdAltaVoce con l’obiettivo di «dare forma, voce e sostanza alla speranza».

Anche le cooperative sociali Iskra, Folias e Il Pungiglione aderiscono alla manifestazione diffusa lanciata dalla rete e saranno in piazza Don Giovanni Bosco, a Roma, da dove prenderà il via la mobilitazione nella capitale. Un luogo niente affatto casuale: lì è stato celebrato il funerale del boss dei Casamonica, con tanto di cavalli e petali dal cielo, e sempre lì si trova un presidio che accogliere chi – lontano dalle mafie e dalla corruzione – è stato fortemente colpito dalla crisi, ha perso il lavoro, non ha una casa, non ha assistenza sanitaria e vive ai margini della società.

Ogni realtà sociale porterà in piazza e per le strade le esigenze e bisogni dei territori in cui lavora, ma tutti saranno uniti dalla volontà di rimettere al centro la persona e sui diritti, a favore di politiche che non guardino al Pil ma a quanti ogni giorno combattono per sopravvivere alla povertà.

Dal prossimo gennaio sarà possibile accedere al REI, Reddito di Inclusione, ma di certo la misura non sarà sufficiente a colmare le disuguaglianze e le discriminazioni sociali presenti nel nostro Paese. Se da un lato si ha l’impressione che il governo abbia dato, dall’altro ha tolto: i fondi per il sociale, per la scuola, per la cultura hanno subito tagli drastici a causa delle politiche di austerity. Come sottolineato più volte da Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera e promotore della Rete dei Numeri Pari, è necessario un intervento più ampio e strutturale per ridurre l’esclusione, è fondamentale che la politica inizi a guardare con gli occhi dei più poveri.

Di fronte a scelte politiche che non sempre tengono conto della dignità delle persone, le realtà sociali che lavorano al fianco dei più fragili non possono stare con le mani in mano. La forza della rete e delle contaminazioni tra organizzazioni e cittadini che conoscono da vicino i problemi reali del Paese può rappresentare una spinta dal basso verso il cambiamento. Per questo Folias, Iskra e Il Pungiglione il prossimo 14 ottobre saranno in prima linea! 

L’appuntamento è a Roma, il 14 ottobre, in piazza Don Giovanni Bosco ( ZonaTuscolana), dalle 13 alle 20.30. Per maggiori informazioni sulle altre piazze d’Italia www.numeripari.org