Il Pungiglione si riunisce in assemblea. In discussione il ritardo dei pagamenti da parte della PA e le conseguenze sui servizi offerti

cooperativa-il-pungiglione

Soci e lavoratori della cooperativa sociale Il Pungiglione si sono riuniti in assemblea, ieri 17 febbraio, presso il centro diurno di Monterotondo, in via Don Milani. All’ordine del giorno i ritardi dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione e le eventuali strategie da attuare per ovviare al problema. 

A distanza di soli due mesi (l’ultima assemblea si era tenuta lo scorso 11 dicembre 2015), la Presidente della cooperativa, Claudia Bonfini, comunica che il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto giusto convocare nuovamente i lavoratori per chiarire, con la massima trasparenza, quanti soldi ci sono in cassa e quali le spese previste per il mese di febbraio.

Il quadro che è emerso non è dei migliori, anche se, grazie al costante pressing che la cooperativa svolge sulle amministrazioni comunali, i conti sono in attivo. Ad oggi Il Pungiglione vanta crediti nei confronti delle pubbliche amministrazioni pari a 1.265.548,92 euro e nelle casse si contano, a febbraio, poco più di 35.000,00 euro. Come è facile intuire, l’organizzazione riesce a sopravvivere solo grazie all’intervento delle banche che anticipano liquidità in attesa che entrino i soldi dalla PA, ma non senza interessi e profitto.

I comuni con cui Il Pungiglione lavora sono per lo più tutti morosi, con crediti diversi in base anche ai servizi che la coop offre. Sicuramente Fara Sabina, Civita Castellana e Monterotondo si attestano tra i peggiori clienti della cooperativa, dovendo saldare fatture che risalgono anche a gennaio del 2015. Stiamo parlando di pagamenti a 360 giorni.

Questo il quadro economico, ma veniamo alle conseguenze di tale situazione. Intanto va constatato che non avere sufficiente liquidità, compromette inevitabilmente il pagamento mensile degli stipendi. Tuttavia, la cooperativa ritiene giusto, ogni mese, prima assicurare la paga ai suoi lavoratori e poi coprire le altre spese. La coperta, però, è sempre corta. Garantiti gli stipendi, restano fuori molte spese il cui mancato pagamento può, potenzialmente, gravare sulla qualità dei servizi offerti. E qui il cerchio si chiude. La PA, non saldando puntualmente le fatture, dimostra di fatto di essere miope e poco lungimirante rispetto alla gestione delle politiche sociali. Comuni come Monterotondo che vantano una grande attenzione per il sociale, cadono inevitabilmente in contraddizione: da un lato si sbandiera attenzione per il welfare, investimenti per la lotta alla povertà e dall’ altro non si riesce ad assicurare i pagamenti a chi di welfare si occupa costantemente e sul campo.

Stabilito che i ritardi dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione sono ormai diventati cronici, durante l’assemblea la Presidente della cooperativa Il Pungiglione ha lasciato la parola ai lavoratori per individuare insieme le strategie da attuare e affrontare in modo strutturale la questione. Tutti concordano che accettare passivamente la situazione, significherebbe lavorare in affanno e, ancora peggio, cautelare la PA, nonostante la sua inadeguatezza. E allora cosa fare? Intanto chiedere apertamente e con tutti i mezzi un delibera delle Giunte in cui si assicuri il pagamento dei servizi sociali in tempi utili. Altra strategia dovrebbe essere, dicono i lavoratori del sociale, quella di trovare nuovi interlocutori istituzionali, magari a livello regionale,  a cui presentare le proprie istanze e attuare una comunicazione capillare che possa far emergere la questione dei ritardi dei pagamenti non solo tra gli addetti ai lavori, ma anche tra i cittadini e utenti che usufruiscono dei servizi delle cooperative sociali.

I lavoratori sociali de Il Pungiglione sono fieri delle attività che hanno messo in campo negli anni e non permetteranno alle amministrazioni comunali né ad altri di compromettere il loro impegno per  un welfare migliore ed il loro approccio alla cooperazione sociale.

78 thoughts on “Il Pungiglione si riunisce in assemblea. In discussione il ritardo dei pagamenti da parte della PA e le conseguenze sui servizi offerti

  1. [url=http://spbmusorovoz.ru][img]http://spbmusorovoz.ru/banner.gif[/img][/url]

    Воспользоваться услугами по сбору и утилизации отходов. Мы предлагаем различные варианты обслуживания и поддержки. Для этого есть как минимум пять причин. Мы работаем с частными и юридическими лицами и всегда можем предоставить все бухгалтерские документы для отчетности. Строгое соблюдение обязательств.
    [url=https://www.avito.ru/sankt-peterburg/predlozheniya_uslug/vyvoz_musora_v_peterburge_i_lenoblasti_184891002]Вывоз мусора в СПб и Ленобласти[/url]

    Аренда самосвала в Репино
    Вынос мусора вручную цена
    Работы по демонтажу конструкций
    Кто занимается уборкой мусора
    Прайс цен демонтажных работ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.